Con quale battesimo sei dunque stato battezzato?

“Egli (Paolo) disse loro: «Con quale battesimo siete dunque stati battezzati?»…” (Atti 19:3)

La risposta a questa domanda è molto, ma molto importante.

Anzitutto, diamo per certo, senza tema di essere smentiti, che nessuna religione o denominazione che sia, è in grado di garantire la salvezza della propria anima.

Fino a prova contraria, solo Gesù resta e rimane l’unica possibilità per ogni essere umano in grado di dare questa certezza, sia chiaro, a titolo esclusivamente gratuito.

Perciò, una volta ricevuto questo dono, l’interessato è chiamato a dimostrare di averlo veramente ricevuto, mediante il battesimo, così come Gesù ci ha insegnato: “Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.” (Matteo 28:19)

Quindi, proprio come Dio ha creato l’universo in 6 giorni, così, affinché il battesimo di cui sopra sia valido, deve assolutamente rispettare i seguenti n. 6 requisiti:

1. La persona che fa il battesimo deve aver realizzato un esperienza personale con Gesù Cristo (definita da Gesù: Nuova Nascita – Giovanni 3:3)
2. Deve essere effettuato nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!
3. Deve avvenire per immersione;
4. Deve essere risultato di una decisione volontaria;
5. Deve essere effettuato dall’interessato (non è accettata la procura, sia per i morti che per i vivi);
6. Deve essere ricevuto/somministrato da una persona che ha già personalmente rispettato i suddetti requisiti;

A parer mio, per esempio, la vedo difficile che un neonato riesca a soddisfare questi criteri che sono segnalati dalla Bibbia come principi assoluti e non relativi, non solo, ma il venire meno di uno dei suddetti punti, rende inutile tale atto, anche se fatto in buona fede!

Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *