Se proviamo odio verso qualcuno, o non ci piace, o ci sta antipatico…facciamo attenzione a noi stessi!-M.L. Campus

  “Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i fratelli. Chi non ama rimane nella morte” (1 Giovanni 3:14). Se ti dicessi che ti amo, ma al momento pratico non fossi presente a sostenerti, o eviterai qualsiasi contatto con te ..cosa penseresti di me? Che in realtà il mio: non è

Teniamo le mani alzate di chi è stanco.-M.L. Campus

  E quando Mosè teneva le mani alzate, Israele vinceva; e quando le abbassava, vinceva Amalec. Ma le mani di Mosè si facevano pesanti. Allora….Aaronne e Cur gli tenevano le mani alzate, uno da una parte e l’altro dall’altra….fino al tramonto del sole. E Giosuè sconfisse Amalec…”(Esodo 17:10-13) In esodo 17, vediamo una straordinaria vittoria.

GUAI A BEFARSI DI DIO

  In Brasile un gruppo di amici passarono a prendere una loro amica per andarsi a divertire. La madre della ragazza l’accompagnò alla macchina e vide che alcuni amici erano un po’ ubriachi, e preoccupata le disse: “Figlia mia chiedi a Dio che vi accompagni e niente vi succederà “. La figlia le rispose: “Ahi,

‘Toccare’

  Compiuta la traversata, approdarono e presero terra a Genesaret. Appena scesi dalla barca, la gente lo riconobbe, e accorrendo da tutta quella regione cominciarono a portargli sui lettucci quelli che stavano male, dovunque udivano che si trovasse. E dovunque giungeva, in villaggi o città o campagne, ponevano i malati nelle piazze e lo pregavano

“Perché tu sei prezioso ai miei occhi, sei stimato e io ti amo, io do degli uomini al tuo posto, e dei popoli in cambio della tua vita.” – Isaia 43:4

Che promessa per Israele che ricorda anche la promessa per tutte le donne e gli uomini in Cristo Gesù, infatti: “Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna” – Giovanni 3:16 Anche oggi Dio ci richiama con legami

Un piccolo “ritocco” alla preghiera!

  “O Signore degli eserciti………se dai alla tua serva un figlio maschio…” (1Samuele 1:11) Questa è la preghiera che Anna, la mamma del Profeta Samuele, rivolse al Signore. Sarò sincero con tutti voi. Di solito non ho difficoltà a rendere note le mie richieste a Dio, ma a volte mi accorgo che mie preghiere diventano

LA VERA FEDE,LA SANA DOTTRINA TRAMANDATA DAGLI APOSTOLI-G.A.

  Certo, mai mi permetterei di giudicare la salvezza altrui. Se una persona dichiarasse di credere in Cristo e vivere secondo la Sua divina volontà, io gli crederei. Ma mai mi permetterei di giudicarlo salvato o non salvato. Sono fatti di Gesù questi. Noi non siamo chiamati a stabilire che vedrà il cielo e chi

Non essere incredulo!

  “Poi disse a Tommaso: «Porgi qua il dito e guarda le mie mani; porgi la mano e mettila nel mio costato; e non essere incredulo, ma credente».” (Giovanni 20:27) Il peccato più diffuso dei cristiani è l’incredulità! Dico peccato perché nella Lettera ai Romani 14:23 è scritto: “….tutto quello che non viene da fede

Senza rimorsi e ne rimpianti!

  “Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho conservato la fede.” (2Timoteo 4:7) In questo verso, l’Apostolo Paolo sta parlando della sua morte che era imminente e, mentre lo fa, nelle sue parole appare evidente che non c’è rimorso e non ci sono rimpianti! La domanda che voglio sollevare è questa: “Quando

RESISTI

  Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d’uscirne, affinché la possiate sopportare. Prima lettera ai Corinzi 10:13 Come cristiani siamo esposti alla tentazione, la nostra vita è stata

” Quelli che lo guardano sono illuminati, nei loro volti non c’è delusione.” Leggi il Salmo 34-M.L. Campus

Stamattina voglio dirti:”FERMATI!” Forse quella telefonata che tanto sospiravi non è arrivata; quel lavoro che ti avevano promesso è stato dato ad un altro; ti senti incompreso. Tutti motivi che ti portano ad amareggiarti, a soffrire, e così l’orgoglio aumenta, la rabbia cresce, il giudizio anche. Dio in questo giorno vuole tirarti su. Non mollare

Maria ha scelto la parte buona che non le sarà tolta. (Luca 10:42)-M.L. Campus

  Ci sono cose nella nostra vita a cui dobbiamo dare assoluta priorità. Leggi questa storia e comprenderai meglio! Dio ti benedica 😉 Un professore, in piedi davanti alla sua classe, prese un grosso vasetto vuoto di marmellata e cominciò a riempirlo con dei sassi di circa 3cm di diametro. Una volta fatto chiese agli studenti

Sia benedetta fra le Donne Giaele, la moglie di Eber il Kenita, benedetta fra le Donne della tenda!-M.L. Campus

Ho sempre amato le donne della Bibbia, forse ad alcuni uomini non piace sentirselo dire, ma Dio può usarsi di donne consacrate a Lui per compiere imprese che gli uomini non sono stati chiamati a svolgere. Una di queste è Giaele. Insieme a Debora ha scritto una parte di storia d’Israele in un tempo di

IL NOSTRO PADRE AMOREVOLE David Wilkerson

  Molte persone trovano difficile pensare a Dio come ad un Padre amorevole perché guardano a Lui attraverso gli occhi delle esperienze passate. Dio descrive la Sua natura a Mosè come:  “Misericordioso e pietoso, lento all’ira, ricco in bontà e fedeltà” (Esodo 34:6). Satana ama piantare una visione perversa del Padre nella tua mente, proprio

Io avrei un idea!

  “le donne, danzando, si rispondevano a vicenda e dicevano: «Saul ha ucciso i suoi mille, e Davide i suoi diecimila». Saul ne fu molto irritato; quelle parole gli dispiacquero e disse: «Ne danno diecimila a Davide e a me non ne danno che mille! Non gli manca altro che il regno!»” (1Samuele 18:7-8) Quando

“E così, Abrahamo, avendo aspettato con pazienza, ottenne la promessa. (Ebrei 6:15).

  Abramo è stato a lungo provato, ma è stato ampiamente ricompensato. Il Signore lo ha provato, ritardando l’adempimento della Sua promessa. Satana lo ha provato tentandolo, gli uomini lo hanno provato con la loro gelosia, diffidenza, e opposizione. Ma con pazienza egli ha perseverato nella fede. Non mise in discussione la veridicità di Dio,

“APPARENZA DI MALE”

  Per “APPARENZA DI MALE” si intende qualcosa che non è male in se stesso, ma potrebbe apparirlo e dunque portare scandalo alla testimonianza cristiana (1° Tess. 5:22). Ad esempio, che un giovane fratello abbracci affettuosamente una sorella anziana non sarà probabilmente considerato un fatto scandaloso, ma lo stesso gesto verso una giovane sorella potrebbe essere

Attacchi di panico e dintorni…

Un fenomeno sempre più in crescente aumento, fra i giovani e i meno giovani, è quello degli ATTACCHI DI PANICO CON SINTOMATOLOGIA ANSIOSA. Chi ha provato gli attacchi di panico li descrive come un’esperienza terribile, spesso improvvisa ed inaspettata, almeno la prima volta, DI CONSEGUENZA la paura di un nuovo attacco diventa immediatamente forte e

QUANTE VOLTE DOBBIAMO PERDONARE?

  Allora Pietro gli si avvicinò e gli disse: “Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?”. E Gesù gli rispose: “Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette.” Lo abbiamo sperimentato un pò tutti…certo non è facile, anzi, probabilmente è la

NON DISPERARE DIO INTERVERRA’ PER DARTI UNA NUOVA GIOIA!

  Gesù le disse: “Non ti ho detto che se credi, vedrai la gloria di Dio?” Tolsero dunque la pietra. Gesù, alzati gli occhi al cielo, disse: “Padre, ti ringrazio perché mi hai esaudito. Io sapevo bene che tu mi esaudisci sempre; ma ho detto questo a motivo della folla che mi circonda, affinché credano