Category Archives: Il Pastore

PARTIAMO ANDIAMO ALLA CASA DI DIO “BETHEL”

Genesi 35: 3 poi leviamoci e andiamo a Bethel, e io farò là un altare al Dio che mi esaudì nel giorno della mia avversità e che è stato con me nel viaggio che ho fatto». Tu ed io ci rialzeremo e partiremo , andremo dritti, festanti, a testa alta, a Bethel, vale a dire

EGLI NON TARDERA’ A VENIRE

Giobbe 19: 23 Oh, se le mie parole fossero scritte; oh, se fossero incise in un libro; 24 se fossero scolpite per sempre su una roccia con uno stilo di ferro e col piombo! 25 Ma io so che il mio Redentore vive e che alla fine si leverà sulla terra. 26 Dopo che questa

VORREI VEDERE GESÙ INNALZATO

Isaia 6: 1 Nell’anno della morte del re Uzziah, io vidi il Signore assiso sopra un trono alto ed elevato, e i lembi del suo manto riempivano il tempio. 2 Sopra di lui stavano dei serafini; ognuno di essi aveva sei ali: con due si copriva la faccia, con due si copriva i piedi e

TEMPO DI SEMINA

2°Timoteo 2: 15 Studiati di presentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che non ha da vergognarsi, che esponga rettamente la parola della verità. Se amiamo la vita e vogliamo che essa continui, dobbiamo seminare, sapendo in partenza, che ciò che seminiamo, quello raccogliamo. Ognuno ha il suo campo da coltivare, affidatogli da Dio.

IL DONO INEFFABILE 2Cor 9: 14

E con le loro preghiere per voi vi dimostrano singolare affezione per l’eccellente grazia di Dio sopra di voi. 15 Or sia ringraziato Dio per il suo dono ineffabile. 1Cor 1: 4 Io rendo continuamente grazie per voi al mio Dio, a motivo della grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù,

Comportiamoci onestamente, come in pieno giorno…senza contese e gelosie. ( Rom. 13:13)

Purtroppo, la gelosia e l’invidia creano tante discordie e cattive convivenze. Nella famiglia, nella società ed anche nella chiesa. Dio desidera che ognuno di noi sia amorevole, paziente e amabile, senza opprimere nessuno, soltanto perché più bravo di noi. Se apprezzassimo i doni che Dio ci ha dato e li facessimo fruttare, impegnandoci al meglio,

LO SPIRITO DI CRISTO È IN NOI E IL SOFFIO DELL’ONNIPOTENTE CI GUIDAI!

Giobbe 33: 3 Le mie parole vengono da un cuore retto, le mie labbra proferiranno pura conoscenza. 4 Lo Spirito di Dio mi ha fatto e il soffio dell’Onnipotente mi dà la vita. 5 Se puoi, rispondimi; preparati pure a difendere le tue posizioni. 6 Ecco, io sono uguale a te davanti a Dio; anch’io

SEI AL SICURO, ACCETTATO E AMATO!

Se sei stato adottato, significa che i tuoi genitori ti hanno scelto. Avrebbero potuto sceglierti diverso per genere, colore, origini. Ma hanno scelto te. Dirai: “Se però avessero potuto prevedere il resto della mia vita, forse avrebbero cambiato idea”. Ecco il punto! Dio aveva già visto tutta la nostra vita, dall’inizio alla fine, ed era

Isaia 53:5 “Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo per cui abbiamo pace, è caduto su lui e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti”.

  Isaia profetizzò, delle sofferenze di Gesù, circa 700 anni prima del suo sacrificio sulla croce. Tutti quelli che al tempo leggevano la profezia d’Isaia, erano perplessi, anche i più eruditi rabbini. Pochi erano quelli che capivano il senso di queste frasi ed aspettavano il compimento della profezia. Simeone ed Anna erano tra questi e,

PROTEGGI LA TUA MENTE

Paolo scrive: “Temo che, come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti vengano corrotte e sviate”. La tentazione inizia sempre nella mente e per proteggerla occorre dimorare nella Parola di Dio. Fu satana a mettere in mente a Eva di mangiare il frutto proibito. Eva non se ne stava lì

“NON DOVEVI ANCHE TU AVER PIETÀ…?” MATTEO 18:33

Gesù disse: “Perciò il Regno dei Cieli è simile a un re che volle fare i conti con i suoi servi. Avendo cominciato a fare i conti, gli fu presentato uno che era debitore di diecimila talenti. E poiché quello non aveva i mezzi per pagare, il suo signore comandò che fosse venduto lui con

“La mia carne e il mio cuore possono venir meno, ma Dio è la rocca del mio cuore e la mia parte di eredità,in eterno…” (Salmo 73:26)

Il salmista di questo bellissimo brano biblico riflette sulle vicende umane. E’ un salmo attuale perché descrive perfettamente la società in cui viviamo, non dissimile da quella passata, piena di ingiustizie e crudeltà. Egli parla di uomini che non temono Dio e che si arricchisco.no a motivo delle ingiustizie commesse. Il salmista arriva perfino ad

Genitori, le preghiere per i vostri figli NON sono vane!

  Mia madre aveva pregato molto perché fossi un vero cristiano. Tuttavia, fin dai primi anni della mia vita di studente, rifiutavo il cristianesimo; arrivai al punto di vendere, per comprarmi degli alcolici la Bibbia che mia madre mi aveva donato..Quel libro mi dava veramente fastidio. La mia vita senza Dio fece di me un

HAI RICEVUTO DA DIO I TUOI DONI (3)

Non puoi determinare il tuo dono spirituale, così come non puoi stabilire il colore dei tuoi occhi. Lo Spirito Santo distribuisce i Suoi doni “come vuole” (v.11). Fai attenzione a tre cose: 1. Siamo diversi gli uni dagli altri. “Il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo formano un

HAI RICEVUTO DA DIO I TUOI DONI (2)

Non dire: “Sono inutile per Dio”, “in Chiesa non hanno bisogno di me”, “Dio non può assolutamente usarmi”. I tuoi doni vengono da Dio! Sei chiamato ad usare il tuo dono per benedire gli altri, far crescere la chiesa e mostrare il regno di Dio ad un mondo che osserva. “Come buoni amministratori della svariata

HAI RICEVUTO DA DIO I TUOI DONI (1)

La Bibbia afferma: “Ora vi è diversità di doni, ma vi è un medesimo Spirito” (v. 4). La parola doni deriva dal termine ebraico “charis,”, “grazia”. Significa che non puoi guadagnare, essere idoneo, lavorare per ottenere o meritare un dono spirituale. Lo Spirito Santo li distribuisce a ciascuno di noi “in particolare come vuole”. Non

Quali sono i nostri grandi sassi?

  Un insegnante incaricato di tenere un corso sulla «pianificazione efficace del proprio tempo» fece agli studenti la dimostrazione seguente: prese un secchio vuoti, lo riempì di grossi sassi che tirò fuori da un sacco. Poi chiese: «il secchio è pieno?». «Si» risposero in coro gli allievi. «Guardate qui», riprese. E versò da un altro

FARE LA VOLONTÀ DI DIO

…ognuno faceva quello che gli pareva meglio. (Giudici 17:6) FARE LA VOLONTÀ DI DIO Quale migliore rappresentazione può essere, della nostra natura egoista, che questa: “Ognuno faceva quello che gli pareva meglio”. La loro filosofia era: “Non dirmi quello che devo fare!”. Questa norma di vita, però, lascia una persona fuori controllo, totalmente in balia

LA LEGGE DELLE CONSEGUENZE

  Non vi ingannate … quello che l’uomo avrà seminato, quello pure mieterà. (Galati 6:7) LA LEGGE DELLE CONSEGUENZE Dio, che è un Padre amorevole, concepì Egli stesso la legge delle conseguenze per il nostro beneficio. Le nostre decisioni determinano il raccolto che avremo. Ad Adamo ed Eva fu data la possibilità di scegliere se

L’Eterno è la mia bandiera. Esodo 17:15

  Il versetto di oggi è davvero molto significativo. Mosè aveva appena ottenuto una grandiosa vittoria in battaglia grazie all’intervento sovrannaturale di Dio. Il suo modo di glorificare Dio fu quello di costruirGli un altare e chiamarlo: “L’Eterno è la mia bandiera”. Che significato ha questa frase per Mosè? Penso che potremmo esprimerlo in questi