La donna che ballò nel fuoco con Satana.

  All’età di 14 anni, Doreen fece un netto taglio con la sua fanciullezza, vissuta in estrema povertà, abbandonandosi alla prostituzione. Ma ancor prima, aveva ricevuto insegnamenti biblici nella scuola domenicale del suo paese. Poco dopo iniziò a lavorare con il nome di “Darèsto ling Diana”, diventando ben presto una nota ballerina di stripteás. Nel

NELLE CRISI, ESSERCI (1)

A volte diciamo: “Non è una mia responsabilità, non mi faccio coinvolgere”. Gli psicologi definiscono “distacco compassionevole” questa tendenza ad evitare di aiutare chi è in difficoltà. Le motivazioni potrebbero essere il disagio che ne verrebbe, la volontà di proteggere se stessi o l’indifferenza; comunque sono sbagliate. “Esserci” significa dimostrare coi fatti l’amore per Dio

ADOTTA LA “STRATEGIA DELLA PREGHIERA”

Potremmo paragonare la vita cristiana ad un campo di battaglia, con un nemico da battere ogni giorno. Dio ci ha dato le strategie per vincere e la preghiera di lode è una di esse. La tribù di Giuda guidò l’esercito di Israele in battaglia. “Giuda” significa “Lode al Signore”. Anche tu, quando affronti una battaglia,

Ci sono casi in cui la menzogna è giustificata?

  Ci sono casi in cui la menzogna è giustificata? Che dire delle piccole ‘bugie bianche’? Che dire delle bugie che proteggono qualcuno dall’essere ferito? La Bibbia è abbastanza chiara su questo, proprio qui nella lettera di Paolo dove dice “Bandita la menzogna!”. Nessuna bugia è una bugia buona. La verità nuda e cruda è

Una difficoltà difficile!

  “Sarete odiati a causa del mio nome………e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua.” (Mat.10:22,37) In genere i familiari sono quelli che ti stanno più vicino e ti sostengono, ma talvolta, a causa di Gesù, diventano i più efferati nemici! Per amore di Gesù vogliamo essere disposti a tutto! Pace e buona

La gioia dai giorni contati!

  La gioia dai giorni contati! “Non ti rallegrare per me, o mia nemica! Se sono caduta, mi rialzerò; se sto seduta nelle tenebre, il Signore è la mia luce.” (Michea 7:8) Il tuo nemico prova goduria quando ti vede cadere e soccombere, ma la sua gioia ha i giorni contati, perchè tra non molto

Nigeria. 11.500 cristiani uccisi, un milione e 300 mila sfollati, 13 mila chiese distrutte

Circa 11.500 cristiani uccisi, un milione e trecentomila sfollati, 13 mila chiese abbandonate o distrutte. Sono gli impressionanti numeri contenuti in una relazione presentata a New York all’Onu da monsignor Joseph Bagobiri, vescovo di Kafanchan, Nigeria, e che fanno riferimento al periodo 2006-2014. Una carneficina intollerabile; è per questo che il vescovo ha fatto appello

TUTTI INSIEME COMINCIARONO A SCUSARSI. LUCA 14:18

Gesù raccontò la storia di un uomo, del suo banchetto e dei numerosi invitati. Ecco alcune delle loro scuse per declinare l’invito: “Ho comprato un campo”; “Ho comprato cinque paia di buoi”; “Ho appena preso moglie”. Il padrone di casa infine prese una decisione: “Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia

RISTABILIRE LE PERSONE DISTRUTTE (3)

Perché mai la Bibbia tiene a specificare che Gesù “doveva passare per la Samaria”? Per redimere una donna distrutta, chiamata però ad annunciare per la prima volta il vangelo in Samaria. Immagina la situazione in cui si trovò Gesù: caldo soffocante, un lungo viaggio a piedi e l’ostilità dei Samaritani, radicata in un’antica animosità coi

RISTABILIRE LE PERSONE DISTRUTTE (2)

L’apostolo Paolo scrive: “Perseguitavo ad oltranza la chiesa di Dio e la devastavo” (Galati 1:13). Paolo aveva precedenti penali, responsabile della morte di uomini e donne innocenti. Eppure, Dio lo scelse per scrivere metà del Nuovo Testamento, per fondare la chiesa e proclamare il nome di Gesù alla corte di Cesare. Tu personalmente gli avresti

RISTABILIRE LE PERSONE DISTRUTTE (1)

Critichiamo con troppa leggerezza la vita delle persone, quello che hanno fatto ad altri o a se stessi. Se conoscete i mercatini dell’usato, sapete di poter trovare oggetti di qualità a prezzi scontati; basta sapere che cosa cercare. Gesù lo sa. Ai suoi occhi, chi è in affanno ha bisogno di essere aiutato, non respinto.

La famiglia un campo di battaglia

  Anni fa io e mia moglie abitavamo a Roma e mentre aspettavamo l’ascensore che ci portasse su al nostro appartamento, sentimmo un gran baccano provenire dall’appartamento vicino all’ascensore. Era la casa del custode dello stabile. Io guardai mia moglie e mia moglie guardò me, come per dire: “Che starà succedendo lì dentro?” Rumore di

Il silenzio dei “colpevoli”!

  “Allora Elia si avvicinò a tutto il popolo, e disse: «Fino a quando zoppicherete dai due lati? Se il Signore è Dio, seguitelo; se invece lo è Baal, seguite lui». Il popolo non gli rispose nulla.” (1Re 18:21) Nelle cose attinenti al Regno di Dio non è prevista una soluzione alternativa o una via

Il valore aggiunto dell’afflizione!

  “….il Padre misericordioso e Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione, affinché, mediante la consolazione con la quale siamo noi stessi da Dio consolati, possiamo consolare quelli che si trovano in qualunque afflizione;” (2Cor. 1:3-4) Se sei afflitto, sarai consolato e a tua volta potrai consolare gli altri! Pace

Nulla a confronto!

  “Un giorno nei tuoi cortili val più che mille altrove. Io preferirei stare sulla soglia della casa del mio Dio, che abitare nelle tende degli empi.” (Sal.84:10) Pace e buon riposo!

VIVERE “SECONDO DIO”

Scrive Paolo: “Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo; contro queste cose non c’è legge… Se viviamo per lo Spirito, camminiamo altresì per lo Spirito” (Galati 5:22-25). Proviamo ad osservare due qualità cristiane qui espresse. La prima, “Il frutto dello Spirito è… benevolenza”. Se cresci in essa, gli

Ehi Charles, la tua Africa brucia…Charles Greenaway

Eravamo in missione nel Burkina faso. Un giorno mia moglie fu colpita da una terribile malattia, la portai subito in ospedale e i dottori la esaminarono e poi mi dissero che sarebbe morta nel giro di tre giorni. Qualche ora dopo ricevetti un telegramma, lo lessi e diceva: “Pastore Greenaway, vieni a Dakar fra due

Chi va sparlando palesa i segreti,perciò non ti associare (immischiare) con chi apre troppo le labbra ( chi parla troppo) PROVERBI 20:19

Scegliersi bene i propri amici e anche i propri fratelli,non è errato. Nemmeno lo è,avere relazioni più “distanti”. Stai ben certo che,chi parla male con te di qualcun’altro, parlerà male di te con qualcun’altro. Spesso la frase accompagnata da: “Lo dico solo a te” svelandoti un segreto,ha già fatto il giro di altre orecchie. Scegli

I profeta antipatico!

  “Il re d’Israele rispose a Giosafat: «C’è ancora un uomo per mezzo del quale si potrebbe consultare il Signore; ma io l’odio perché non mi predice mai nulla di buono, ma soltanto del male: è Micaia, figlio d’Imla»” (1 Re 22:8) Quattrocento “profeti” all’unanimità, incoraggiavano alla guerra e garantivano la vittoria per la conquista

Nulla a confronto!

  “Un giorno nei tuoi cortili val più che mille altrove. Io preferirei stare sulla soglia della casa del mio Dio, che abitare nelle tende degli empi.” (Sal.84:10) Pace e buon riposo!